Grande festa alla corte di Francia

Il diario proibito di Maria Antonietta  è il primo di tre libri che Juliet Grey ha scritto sulla famosa ultima regina di Francia.  Ci racconta di come Maria Antonietta, originaria Asburgo, figlia della famosa Maria Teresa, imperatrice d’Austria, sia diventata regina di Francia: in un avvicendarsi di insegnanti, stilisti, maestri di ogni tipo e per qualsiasi cosa, l’acerba Maria Antonia di Asburgo viene formata ed educata per diventare delfina e sposare l’erede al trono francese, Luigi Augusto. Diventeranno effettivamente re e regina solo alla fine di questo primo volume.

Non saranno facili le cose per Maria Antonietta: la corte francese è totalmente diversa da come se l’era aspettata e totalmente diversa dalla corte austriaca, molto più sobria. Un altro mondo in cui l’arciduchessa, questo era il suo titolo a Vienna, dovrà imparare a vivere e a comportarsi. Alle prese con scandali, pettegolezzi, rapporti familiari difficili e intrecci di palazzo, Maria Antonietta dovrà anche sopportare il reticente e timido compagno, esasperante nella sua immobilità e apparente mancanza di interessi che non siano la caccia, la costruzione di lucchetti o il cibo. Non sarà facile insomma: non sarà facile per Maria Antonietta districarsi tra le fazioni che si combattono a Versailles, non sarà facile superare la resistenza che alcuni hanno nei suoi riguardi, non sarà facile soddisfare le aspettative della sia amata che temuta Maman, con la quale intrattiene rapporti epistolari.

Un romanzo ricco di particolari che vi metterà a conoscenza, oltre che della vita romanzata della regina, che si dimostra irriverente e refrattaria alla pesante etichetta di corte fin dai primi tempi, seppur costretta poi ad adattarvisi; anche degli usi e costumi  della Versailles degli  ultimi decenni del ‘700. Questo romanzo ha il lodevole pregio di avere una bibliografia alla fine, sulla quale è basata una parte della storia. Quindi state certi che come fonte è attendibile e non è tutto frutto di fantasia!

La lettura certamente è scorrevole e incuriosisce pensare che molte cose di quelle descritte erano veramente così. La ricchezza di particolari non stanca il lettore, ma si integra al meglio con la storia personale della protagonista, fornendo una spiegazione ai suoi comportamenti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...