Un mistero nascosto nel sottosuolo

Amore e vendetta, giustizia e investigazione.. tutti elementi validi perché possa venire su un bel romanzo. Il conflitto tra una vita votata allo studio e alla carriera ecclesiastica e l’amore per un donna: elementi che entrano in conflitto. Tra cosa scegliereste? Cosa vi spingerebbe a prendere una decisione? Cosa vi terrebbe legati a sé? A questo aggiungiamo la necessità di indagare sulla fine poco chiara del proprio maestro, per poterlo vendicare, e scoprire quali intrighi si nascondono dietro una morte che pare puramente casuale. Chi non desidera vendicare un’ingiustizia che è stata commessa? Considerando soprattutto che è stata commessa nei riguardi di una persona a cui si è affezionati. Questi sono gli elementi alla base del libro di cui si vuole trattare.

Immaginefilosofia, simoni, vitale federici, urbino, 1700, thriller, thriller storico, lucrezia

Un giallo storico, ambientato alla fine del 1700 nella città di Urbino. Parliamo de I sotterranei della cattedrale di Marcello Simoni. Un docente della facoltà di filosofia, il porfessor Lamberti, viene trovato morto nella cattedrale della cittadella. Non è che il suo allievo, Vitale Federici, sia proprio convinto della spiegazione data a proposito della morte del professore. Così, con l’aiuto di una paio di amici fidati, cercherà di indagare e scoprire perché il professore è morto. Dotato di un grande acume e spirito di osservazione, Vitale raccoglierà sempre più indizi che sosterranno la tesi secondo la quale si tratta di un omicidio. Qual è il modo migliore per cercare indizi? Sostituire il professore come docente di filosofia e avere libero accesso al suo studio. Per fare ciò è necessario prendere gli ordini e farsi prete. Destino beffardo quello di Vitale, perché per vendicare la morte del suo professore potrebbe essere costretto a lasciare la donna con cui da un po’ di temo stringe una relazione, Lucrezia.

Tanti elementi avrebbero potuto fare di questo romanzo un thriller storico davvero intrigante, al pari de  Il nome della rosa. Infatti il genere è quello, anche l’ambientazione bene o male ci richiama alla mente il capolavoro di Umberto Eco. Il romanzo rimane indubbiamente carino e si legge facilmente, ma tutti gli elementi che sono messi in gioco sono molto poco approfonditi, dal mio punto di vista, e quindi la lettura risulta essere una semplice lettura da spiaggia che lascia il tempo che trova.

Annunci

2 pensieri su “Un mistero nascosto nel sottosuolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...