Saper tirare con l’arco potrebbe salvarvi la vita

Tirare con l’arco.. Robin Hood e giochi di ruolo fanno venire gran voglia di imparare a farlo! Se saputo usare, può divenire un’arma davvero micidiale. Non è facile imparare a maneggiarlo, ma col giusto allenamento si può padroneggiare e si potrebbe divenire il punto di forza di un esercito.medArciere

Almeno così avveniva all’inizio della guerra dei Cent’anni, come ci racconta Bernard Cornwell nel suo romanzo storico L’arciere del re. Quest’autore ha scritto diversi romanzi e questo, che è il primo, fa parte della trilogia dedicata alla ricerca del Graal. Come poteva un’arma così affascinante non accostarsi ad uno dei misteri più grandi della cristianità? Quasi tutti gli eventi narrati sono di natura storica e le prime “scaramuccie” tra esercito francese e inglese sono accadute così come vengono riportate, o quasi. Un giovane uomo, di fronte alla distruzione portata nel suo villaggio e il furto della lancia di San Giorgio, reliquia santa per la cristianità inglese, fugge dall’altra parte della Manica. Lo ritroviamo anni dopo, abile arciere al servizio del re d’Inghilterra.  Dimostrerà la sua abilità e il suo valore. Un soldato con delle capacità tattiche può fare grandi cose, ma la scoperta di appartenere ad una famiglia di esiliati appassionati di reliquie lo condurranno probabilmente a seguire una strada diversa che, come dice lo stesso protagonista, ricorda quella dei cavalieri della Tavola Rotonda. Anche se ormai l’amor cortese e le sfide tra cavalieri sembrano essere lontane da questo mondo di cannoni e assedi, non mancano le rivalità e l’amore, le vendette e le passioni, forse crude e fin troppo realistiche.

Forse ci si perde un po’ nella descrizione di alcune battaglie, per il resto il nostro Bernard si riconferma un bravissimo autore di romanzi storici. La narrazione infatti è avvincente e riesce a prendere il lettore. Storia personale e storia ufficiale sono fuse insieme con maestria: la seconda si inserisce nella prima senza interferire. L’autore de il ciclo di Excalibur anche in questo nuovo ciclo sembra confermarsi capace di trattare la materia storica in modo coinvolgente e scorrevole. È da apprezzare in oltre la nota dell’autore, alla fine del testo, che chiarisce alcuni punti degli eventi trattati, distinguendo le parti storiche da quelle, poche, che non lo sono e sono quindi frutto di pura fantasia.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...