Rettili vendicativi

Quanto possono essere cattivi gli adolescenti? Lo siamo stati tutti e tutti abbiamo incontrato, visto o subito direttamente le angherie di quelli che vengono chiamati bulli. Qual è il problema dei bulli? Forse hanno una mente poco elastica e quindi hanno difficoltà a rapportarsi con la diversità. Forse sono insicuri e preferiscono schiacciare il più debole per credersi forti. 4015570-il-coccodrillo-su-un-allevamento-di-coccodrilli-in-thailandiaMa se il più debole, vessato dall’atteggiamento del bullo, o dei bulli di turno, covasse dentro di sé un desiderio di rivalsa e vendetta? Se acquisisse il potere per farlo? Forse ai bulli manca questo: l’empatia per rapportarsi con le vittime delle loro torture e l’incapacità di capire cosa provano.

Enoch, il protagonista di Sogni di sangue, di Lorenza Ghinelli, è un diverso. Lo prendono in giro chiamandolo Walli-e, ispirandosi all’omonimo film Disney del robottino rimasto solo su un pianeta Terra sommerso di spazzatura. Lo chiamano così perché Enoch è costretto a portare degli scomodi tutori alle gambe che lo fanno apparire goffo e inadatto. E la tematica si ripete: il ragazzino viene puntualmente preso di mira da un altro gruppetto di suoi coetanei compagni di classe. In un episodio arrivano persino a picchiarlo e minacciarlo, così Enoch comincia a desiderare, ancora più ardentemente di prima, la vendetta. Caso vuole che entri in contatto con uno strano ciondolo, che sarà subito sequestrato dalla madre, la quale vi riconosce uno straordinario potere. Quel breve contatto sarà sufficiente per suggestionare Enoch e fargli fare uno strano sogno, in cui, sottoforma di coccodrillo, otterrà vendetta su uno dei suoi aguzzini. Al risveglio troverà delle pozzanghere d’acqua, come se il sogno avesse assunto dei connotati reali e il coccodrillo si fosse portato dietro la fanghiglia sulla quale aveva strisciato per compiere l’aggressione. È stato davvero solo un sogno?

Pochi tratti servono all’autrice per dipinger e i personaggi che affollano questo seppur breve romanzo. Sicuramente rivolto a chi ama i thriller conditi di mistero ed esoterismo, la storia procede senza intoppi, con dei momenti di flashback ben riusciti. Privo di fronzoli, Sogni di sangue va avanti evitando che il lettore perda la concentrazione o si distragga, lo tiene attento puntando l’obiettivo sui vari personaggi che si muovono in parallelo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...