Uno studio approfondito di un famoso classico: I viaggi di Gulliver

i viaggi di guliver, classici famosi

I viaggi di Gulliver è un classico molto famoso. Ma ne conosciamo il reale valore e significato?

Ho deciso di cominciare, parallelamente alla recensione/presentazione di libri, l’attività di analisi, non eccessivamente approfondita, come se stesse leggendo un libro di letteratura, ma semplice e lineare, di alcuni libri che leggo. Queste osservazioni possono riferirsi a tutto il libro, o solo ad alcune sue parti.. non so bene ancora, ma una cosa la so di sicuro: vorrei cominciare a parlarvi in maniera più o meno dettagliata di uno dei classici più famosi: sto parlando de I viaggi di Gulliver. Forse c’è da svecchiare questo classico, c’è da riuscire a vederlo non più solo come libro di intrattenimento magari per un pubblico giovane, ma come una critica abbastanza minuziosa alla società dell’epoca, dei suoi pregi e dei suoi difetti, ed alla figura del borghese, nuovo eroe sociale del tempo. Infatti il romanzo è uscito nella prima metà del 1700 e la borghesia era un fiore che stava sbocciando e di cui già si vedeva la bellezza.

Continua a leggere

Cosa bolle in pentola

Fine settimana alquanto incasinato, ma oggi ricomincia una settimana di lettura e recensioni, idee e riflessioni.

Stamane ho fatto un po’ di ordine nel Kindle (uso anche quello per leggere. Infatti nella pagina riguardante le letture future potrete trovare anche alcuni titoli che si trovano sul Kindle). Quali titoli sono stati messi da parte pronti ad essere recensiti?

  • Che fine ha fatto Mr. Y., di Scarlett Thomas
  • La casa degli spiriti, di Isabel Allende
  • I rami del tempo, di Luca Rossi
  • La luce che c’è dentro le persone, di Banana Yoshimoto
  • Percy Jakson e gli dei dell’Olimpo – Il ladro di Fulmini, di Rick Riordan
  • 4 romanzi della serie Giovani, carine e bugiarde, di Sara Shepard
  • Moll Flanders, di Daniel Defoe

E poi c’è anche, fresco fresco di lettura, la recensione di Dalla parte di Swann, primo libro della Ricerca del tempo perduto di Proust, oltre qualche altro titolo, come L’arte di essere saggi di Seneca  e Diatriba d’amore contro un uomo seduto di Marquez.

Qualche preferenza?

Apre una nuova categoria!

Io guardo molti telefilm. E spesso, o comunque ogni tanto, accade che venga citato qualche testo, qualche romanzo che ho letto o che ho voglia di leggere. Per leggere un romanzo possiamo prendere spunto da ogni cosa: e allora perché non anche dalle serie televisive?

Vi faccio un esempio: ricordo che in una puntata di Friends si parlava di Piccole donne. In una puntata di Pretty little liars era citato Lolita di Nabokov. Ecco due esempi di testi che potrebbero essere discussi, analizzati e recensiti. E che dire delle serie tratte o basate su dei romanzi? Lo stesso PLL è basato sui romanzi scritti da Sara Shepard per esempio, oppure Haven è basato sul romanzo Colorado Kid di Stephen King.

Ce n’è insomma per parlare di libri. Ecco, ho intenzione di fare anche questo…

Elenco libri classici da leggere: siamo arrivati a undici!

Elenco libri classici da leggere: siamo arrivati a undici!

Avevamo provato ad abbozzare un primo elenco dei libri classici da leggere.

elenco libri classici da leggere

Un elenco dei libri classici da leggere, assolutamente arbitrario, ma da cui poter trarre qualche spunto.

Ne comprendeva 8, ed era formato da tutti libri che avevo letto già. Adesso proviamo a cambiare e porre sotto revisione quello stesso elenco e aggiungiamoci o qualcosa di letto o qualcosa che è lì, pronta per essere letta.

Continua a leggere

Il romanzo gotico: perché il soprannaturale?

Il romanzo gotico nasce in Inghilterra ed è un genere tipicamente inglese. Si diffonde tra la metà del 1700 e quella del 1800. Il termine gotico si riferisce alle cattedrali gotiche, cioè medioevali: in questi tipi di romanzo le atmosfere sono oscure e tenebrose, così come era considerato il Medioevo, se non proprio ambientate in castelli diroccati e cattedrali abbandonate.il romanzo gotico

Continua a leggere

Elenco libri classici da leggere: i primi 8

Un elenco di libri classici da leggere di certo non è una cosa facile da fare. Ce ne sono talmente tanti, quale  per un motivo, quale per un altro motivo, che ci dobbbiamo chiedere quali sono per i lettori i motivi che li spingono a leggere un libro. Io voglio provare ad abbozzare una prima lista. Ovviamente ogni titolo citato è stato già citato in un post precedente, che spiega, o comunque cerca di capire, perché quel  romanzo è considerato un classico e se può essere adatto alla lettura.

elenco libri classici da leggere

Il nostro elenco di libri classici da leggere comprende:

  1. Ritratto di signora;
  2. Madame bovary;
  3. Piccole donne;
  4. Dracula;
  5. Cime tempestose;
  6. La signora delle camelie;
  7. La lettera scarlatta;
  8. Jane Eyre.

Ovviamente la lista è parziale e verrà aggiornataman mano che le letture e le recensioni andranno avanti. Sono stati tolti alcuni titoli perché non ne abbiamo parlato in precedenza ed altri sono stati omessi volutamente. Anche se ritenuto un classico infatti, non sempre un libro è fatto per tutti ed è di facile lettura. Infatti ad esempio Moby dick di Melville come è già stato detto è un classico perché ha lasciato nella memoria il mito dell’uomo ossessionato da una idea cheinsegue fino in capo al mondo. Va bene leggerlo se vogliamo dire di averlo letto, ma di certo non è per esempio un libro che consiglieremmo per regalarlo a Natale! Dall’elenco di libri classici da leggere è  stato omesso per esempio Il ritratto di Dorian Gray. Leggetelo se volete fare il confronto col film. Leggetelo se volete sapere come vive un dandy.  Ma anche questo non credo sia adatto ad un regalo natalizio, sempe che Oscar Wilde non sia una vostra passione.

Tramite tag e categorie potrete facilmente trovare i post che parlano dei libri citati.

Romanzi classici consigliati? Vi prometto dei validi consigli!

Romanzi classici consigliati: siete nel posto giusto se cercate delle recensioni su dei libri o magari delle idee che vi ispirino, o magari se siete in dubbio su se leggere un determinato libro! Infatti potrete leggere in tutti i post una serie di impressioni che il sottoscritto vi darà sui libri letti, molti dei quali sono classici, o così sono ritenuti dalla letteratura ufficiale. Innanzituttto c’è da chiedersi perché sono ritenuti classici.

Continua a leggere

Intenzioni

Ho pensato a come dovrebbero essere i prossimi post. Innanzitutto credo che lì dove sia possibile, cioè in quei casi in cui mi verrà facile!, potrei cominciare con un titolo che sia alternativo a quello del libro in questione! Come il titolo di un articolo vero è proprio. Inoltre, credo che sia carino indicare quando ho letto il testo di cui mi accingo a parlare, soprattutto per onestà intellettuale nei confronti degli, se pur esigui, lettori: è giusto che sappiano che sul ricordo ha potuto influire il tempo trascorso da quando ho letto il libro.
Detto questo, vi auguro di nuovo buona lettura!!

Premessa

I testi di cui mi lancerò a fare le recensioni non sono solo quelli letti più di recente – il che mi consentirebbe di avere una memoria a riguardo più fresca – ma anche quelli che ho letto anni e anni fa, che quindi non ricordo forse proprio con esattezza, ma ci voglio provare! Dopotutto credo di avere buona memoria per le sensazioni e quindi ho buone probabilità di riportare alla mente quelle suscitatemi dalla lettura di un libro.  Se dovrò andare molto indietro nel tempo, magari mi atterrò a quei testi che mi hanno colpito particolarmente, sia nel bene che nel male. Mi è sempre piaciuto scrivere recensioni, anche se non ho né i mezzi né le conoscenze per farlo… e non l’ho fatto neanche tanto spesso! Ma a parte questo, cosa di non poco conto direte voi, mi è sempre piaciuto parlare dei libri letti. Quindi mettiamola così: chi vorrà conversare a proposito di un testo, troverà in me un interlocutore pronto e interessato.
Ora una precisazione sui testi: parlo di testi, e non solo di romanzi, perchè capiteranno un paio di situazioni, almeno, in cui deciderò di intrattenervi parlandovi di saggi, o altro di divero dal romanzo, che magari ho letto per studio, ma che comunque mi hanno lasciato qualcosa.
A voi quindi che non siete stanchi di leggere né testi né recensioni a riguardo, buona lettura!!