I viaggi di Gulliver: parte seconda, capitoli 5 e 6

Eravamo a corte. Gulliver si stava ambientando e dopo essere stato sfruttato dal suo padrone, come abbiamo visto nei capitoli precedenti, finalmente aveva trovato chi godesse della sua compagnia. Anche questa società che abbiamo imparato a conoscere, per quanto arretrata sotto certi aspetti, e lontana dalla civiltà illuminata dell’Inghilterra del Settecento (come metaforicamente mostra l’isolamento dell territorio su cui sorge questo regno, che ad esempio non ha porti), ha alcuni lati positivi. Nel CAPITOLO 5 non c’è nulla che mi abbia colpito, durante la lettura.

illuminismo inglese, i viaggi di gulliver

Parte seconda – Viaggio a Brobdingdnag

Capitolo sesto

In questo capitolo il re che ospita Gulliver si fa raccontare un po’ della società da cui l’Autore proviene. Ecco allora che comincia una critica mirata e radicale della cività da cui propviene Swift. Una critica metaforica certo, perché inserita all’interno di una vicenda, ma che potrebbe essere sviluppata tranquillamente all’interno di un piccolo saggio. Infatti l’esposizione avviene attraverso una serie di udienze, di cui L’Autore ci presenta un sunto, ma che sarebbero potute essere divise tranquillamente in alcuni capitoli di uno scritto, in cui all’esposizione di un determinato aspetto seguono dubbi e obiezioni. Verso la fine della trattazione, c’è poi una dichiarazione che io ho trovato esplicitamente illuminista, perché parla del pubblico bene e quindi dimostra una certa sensibilità nei confronti di alcune tematiche tipiche del periodo e di quella corrente di pensiero. La frase è questa: “[…] coloro che professavano opinioni nocive al pubblico bene fossero obbligati a cambiarle e non fossero invece costretti a nasconderl: mentre sarebbe stato tirannia, in ogni governo, pretender la prima cosa, era debolezza non esigere la seconda. Perché si può ammettere che un uomo si tenga dei veleni nel suo sudio privato, ma non che vada a venderli in giro come cordiali.”.

Annunci

Romanzo consigliato da Ezra: Tenera è la notte

Anche se negli ultimi tempi la connessione ha fatto un po’ quello che voleva, non ho dimenticato di leggere e, ovviamente, di guardare telefilm. Rivedendo una puntata della serie Pretty Little Liars, c’è stato un messaggio esplicito di Ezra Fitz, uno dei personaggi della serie. Il messaggio consigliava chiaramente di leggere Tenera è la notte di Fitzgeral.

Continua a leggere

Libri fantasy consigliati: La lama dei druidi

Tra i libri fantasy consigliati, o meglio da consigliare, mi sento di dirvi La lama dei druidi, almeno il primo… almeno per provare!

libri fantasy consigliati

La lama dei druidi. Uno dei libri fantasy che, a naso, mi sento di consigliare!

Il romanzo è il primo di una saga divisa in tre parti, ognuna delle quali formata da quattro romanzi. Quindi questo è il primo di 12. Una bella impresa insomma! Non l’ho ancora letto, ma la parola “druido”, in tutte le sue declinazioni, gioca su di me un certo fascino! E la storia sembra interessante.

Continua a leggere

Romanzo storico avventuroso: L’ultimo re

L’ultimo re è un romanzo storico avventuroso di Bernard Cornwell.

romanzo storico avventuroso

L’ultimo re, romanzo storico avventuroso, parla di vichinghi.

Vi confesso che Bernard è uno dei miei autore di romanzi storici preferito! Il suo modo di scrivere è coinvolgente e i riferimenti storici non sono mai tediosi o eccessivi. Ho letto diversi suoi romanzi e mi sono appassionato alle sue saghe leggendo quella di Excalibur.

Continua a leggere

Romanzi consigliati: Persuasione

Tra i romanzi consigliati ho deciso di scegliere Persuasione. L’ho letto? No! E perché lo consiglio? È strano consigliare un romanzo che non si è letto, giusto? E quindi? Bhe questo romanzo è di Jane Austen, e si va sempre abbastanza sul sicuro con i romanzi di questa autrice inglese. Inoltre questo è l’ultimo suo romanzo e che, pensate un po’, fu pubblicato postumo! Continua a leggere

Romanzi classici consigliati: Il nome della rosa |Il lato oscuro del monachesimo

Tra i romanzi classici consigliati c’è sicuramente Il nome della rosa di Umberto Eco. romanzi classici consigliati Che ne dite di leggere un giallo storico ambientato in un’antica abbazia dell’Italia settentrionale? Un misto di generi che riportano alla mente reminiscenze di filosofia, scolastiche e non, che vi coinvolgerà e terrà sempre viva la vostra attenzione: anche nei luoghi più santi, o almeno giudicati tali, si nasconde la parte oscura dell’uomo ed il mistero e il peccato sono in agguato.

Continua a leggere

Libri da leggere di letteratura inglese: Tom Jones

Tra i libri da leggere di letteratura inglese se vi piacciono avventure, disavventure e peripezie c’è sicuramente il Tom Jones, di Henry Fieling.libri da leggere letteratura inglese Stiamo parlando degli albori della letteratura inglese, infatti il libro è della seconda metà del 1700. Sono quei romanzi da cui è cominciato tutto. Questo è uno dei primissimi romanzi e fa parte del gruppo in cui gravitano anche I viaggi di GulliverI e Robinsoe Crusoe, quindi una compagnia di tutto rispetto!

 

È tra i libri da leggere di letteratura inglese perché questo, come gli altri che lo accompagnano, ci immergono nel nuovo mondo borghese ed industrializzato e nella tematica dell’eroe: l’uomo che, venuto dal nulla, è capace di farsi da solo o l’uomo in grado di cavarsela, anche vittima di un disastro, come accade a Robinson Crusoe. La tematica dell’eroe ci mostra uomini e donne forti, che devono sopportare una sventura dopo l’altra, rappresentanti al contempo di una civiltà e società ricca ed evoluta e che alla fine riescono a superare i problemi che li affliggono: per l’uomo moderno prima o poi la fortuna gira sempre a favore. La storia di Tom Jones è emblematica in questo: parla di un trovatello che accolto da un benefattore, dovrà affrontare una serie di dicerie, pregiudizi e piani orditi a suo danno, sia per riuscire a farsi accettare, sia per coronare il suo sogno d’amore.

È tra i libri da leggere di letteratura inglese perché è uno dei massimi esempi del nuovo modo di scrivere, di fare romanzi e della nuova società. Infatti è considerato, questo romanzo, una delle massime espressioni del realismo inglese.

Libri interesssanti da leggere: Il pendolo di Foucault

Uno dei libri interessanti da leggere se vi piacciono i thriller che riprendono anche miti, leggende e la storia medioevale, in questo caso, è il Pendolo di Foucault, di Umberto Eco. libri interessanti da leggereTutta l’azione si svolge intorno alle storie degli antichi cavalieri crociati. Ogni parte in cui è diviso il libro è dedicata ad uno dei dieci Sephirot, quindi alla Cabala. Il titolo si riferisce al pendolo ideato dal fisico francese, da non coinfondersi col filosofo contemporaneo, al fine di dimostrare la rotazione della Terra.

Continua a leggere